Série / Rue des Aveugles

Le projet “Rue des Aveugles” commence son voyage dans le but d’explorer le besoin et la tentative de chaque individu de se reconnaître et de se définir.

Avec les quatre premiers portraits j’ai voulu représenter l’entrelacement des deux niveaux: notre regard dans le miroir immergé dans la création d’un imaginaire social, et notre regard connecté à un espace intime qui se révèle lorsque nous prenons une position fermée vers l’extérieur. Le dialogue entre les deux sphères est au centre de la composition picturale. L’élément central de cette recherche est la relation : peintre – peinture, photographe – sujet, soi social – soi extrasocial, peintre – sujet, sujet – sujet représenté.


IT

Il progetto “Rue des Aveugles” nasce dall’esplorazione del bisogno di ogni individuo di riconoscersi e di definirsi.
Attraverso una serie di ritratti ho voluto rappresentare la relazione tra due livelli: il nostro sguardo allo specchio, immerso nella creazione di un’immagine sociale, e il nostro sguardo connesso a uno spazio intimo che si svela solo nel momento in cui allontaniamo la realtà che ci circonda.

Lo spazio che intercorre tra due punti di osservazione è uno spazio di creazione, nel quale può nascere un dialogo: pittore – dipinto, fotografo – soggetto, sé sociale – sé privato.

Il soggetto di ogni ritratto è stato dipinto in due pose: allo specchio e in posizione di chiusura. La sovrapposizione dei due “sguardi” fa trasparire una nuova immagine che parla di relazione, e soprattutto di quella relazione indissolubile che intercorre tra spettatore e oggetto osservato.

Type
Série de portraits
Technique
Peinture acrylique, pastels secs, fusain